Aurelio Bertola nella letteratura del Settecento. Con testi e documenti inediti.

    25,00 € 25,00 € 25.0 EUR

    25,00 €

    Option non disponible.

    This combination does not exist.

    Ajouter au panier

    30-day money-back guarantee
    Free Shipping in U.S.
    Buy now, get in 2 days

    Non solamente perché ricorre il secondo centenario della morte di Aurelio Bertola (1753-1798) è stata ristampata la monografia di Antonio Piromalli edita nel 1959. Il Bertola è uno spaccato di tutto il secondo Settecento in quanto rappresenta le componenti arcadiche (il colmo dell’Arcadia frugoniana), illuministiche, della Massoneria, del gessnerismo. L’abate riminese è rappresentante anche del nuovo per il suo cosmopolitismo e i suoi viaggi sul Reno, in Svizzera, in Austria, in Germania, per i suoi studi sulla «bella letteratura alemanna» e le traduzioni dal tedesco, per la sua presenza nei più famosi salotti italiani, da Napoli a Bergamo, Verona, Venezia: a Venezia, nel salotto di Isabella Teotochi conobbe l’adolescente Ugo Foscolo che gli dedicò il suo primo componimento, l’ode «Alla campagna». L’ultimo Bertola è rivoluzionario, giacobino, prepara un piano di pubblica istruzione per l’Emilia e sta per fondare un giornale democratico filofrancese quando viene colto dalla morte.

    Collection Biblioteca dell'«Archivum Romanicum» - Serie I: Storia, Letteratura, Paleografia
    ISBN 13 978-88-222-4601-1
    Type Nom